Hosting gratuito e dominio gratis offerti da HostingGratis.it

Mauro Tomasi

Vai ai contenuti

Menu principale:




SEZIONE DIVERSAMENTE ABILI ATLETICA ALTO GARDA E LEDRO 2017
(Mauro Tomasi 31/10/2016)

Vorrei dare dei chiarimenti sul mio post di ieri del 30 OTTOBRE 2016:



1) LA CARROZZINA IN FOTO E’ SOLO SIMBOLICA!

2)Il mio scopo principale di voler essere responsabile in prima persona nella Sezione DIVERSAMENTE ABILE è per poter aiutare a fare SPORT chi ancora non lo fa, perché pensa che lo SPORT sia solo per i SUPER DISABILI che si arrangiano in tutto, infatti tanti fanno tutto loro dal trasporto in auto (guidano loro!) ai trasferimenti in macchina/carrozzine/Handbike e altro, e giustamente un accompagnatore a loro non serve…fanno quello che vogliono in tutta autonomia, se trovo anche di loro ben vengano sono molto ben accetti….ma ritornando ai più gravi, io stesso non sono in grado con un braccio a fare spostamenti da solo (macchina, carrozzina/Hanbike, e altro) ho sempre bisogno di una mano, sia prima che dopo gara, specialmente in gare dove devo stare 2/3 giorni fuori casa, lì non potrei mai, e poi mai FARE DA SOLO!....e anche nelle gare tante volte su salite molto ripide, e per stare nei tempi mi faccio dare una mano…non vedo niente di strano, altrimenti in tante avrei dovuto rinunciare.

3)Voglio dare anche i mezzi come ho scritto anche ieri!, ho già un HANDBIKE usato (2000 euro) che oltre ad usarlo io, ma penso che lo userò molto poco (a me piace più la carrozzina) lo metterò anche a disposizione di chiunque vorrà provare.

4)Voglio avere anche 2 carrozzine OLIMPICHE “NORMALI” le cerco usate meglio se ce le donassero qualcuno che non le usa anche se rotte potrei farle aggiustare tanto per cominciare poi si vedrà.…io queste non potrò mai usarle ci vogliono 2 braccia, a me serve una MONOGUIDA, come ho scritto ieri stiamo costruendo un prototipo....ma questo è indifferente al progetto….le 2 carrozzine servono SOLO per ATLETI con 2 braccia, questi potranno usarle e allenarsi sulla nostra pista del campo dell’ATLETICA di Arco (TN) (oltre su ciclabili naturalmente) perché come ho scritto anche ieri le OLIMPICHE fanno parte dell’ATLETICA LEGGERA FIDAL, gli HANDBIKE NO! sono CICLISMO FCI, quindi TEORICAMENTE non possono girare sulla pista di ATLETICA, infatti gli HANDBIKE girano su circuiti a se, e in tante MARATONE per motivi di sicurezza non li accettano nemmeno….sono effettivamente un altro mondo, ma io voglio averne uno anche per far conoscere anche questo mondo, poi valuterà la persona cosa fare.

5) Cerco persone disponibili ad aiutarmi in questo progetto a seguire anche chi ha bisogno di aiuto nel traporto/trasferimenti e seguirli a piedi/bici questo poi si valuterà soggettivamente.

6) Cerco DITTE SPONSOR, che vogliono aderire al PROGETTO, posso rilasciare FATTURA, ma se ci sono anche privati che vogliono aderire con donazioni singole qualunque sia la cifra, va bene anche quello, accetto anche suggerimenti e idee varie, in fondo a questa pagina ci sono le INFO sia per BONIFICO BANCARIO che per DONAZIONE tramite PAY PAL.

7) Per qualunque chiarimento e altro rilascio la mia email tomasim@virgilio.it e anche il tel.3298981812

Grazie Mauro Tomasi





SEZIONE DIVERSAMENTE ABILI ATLETICA ALTO GARDA E LEDRO 2017
(Mauro Tomasi 30/10/2016)


…venerdì sera 28 ottobre 2016 sono stato convocato per l’elezione del nuovo direttivo, nella quale mi ero candidato anche io negli 8 candidati della Società Sportiva Altletica Alto Garda E Ledro, io sono attualmente iscritto sia come ATLETA FIDAL (FEDERAZIONE ITALIANE DI ATLETICA LEGGERA) Master (“NORMALE”) che come ATLETA FISPES (FEDERAZIONE ITALIANA SPORT PARAOLIMPICO E SPERIMENTALE (“DIVERSAMENTE ABILE”), essendo che con la Società abbiamo richiesto e ottenuto l’affiliazione nel 2016, tengo a precisare che la FISPES fa sempre parte della FIDAL, con la quale  ho avuto nel 2016 anche la mia classificazione di categoria SPORTIVA T51 che è una delle 4 categorie di gare su pista IN CARRZZINA, del PARAOLIMPICO le categorie sono le seguenti:

T51 Corse Tetraplegia grave
T52 Corse Tetraplegia moderata
T53 Corse Paraplegia grave
T54 Corse Paraplegia moderata, amputazione/i arto inferiore

A dire il vero la mia categoria non esiste, io sono un TRIPLEGICO, ma non essendoci una categoria sotto la T51 mi hanno dato la T51…e capite anche voi che non potrò mai competere con una persona con 2 braccia anche se è TETRA, e non può essere GRAVE, altrimenti non muoverebbe nemmeno le braccia (come tanti che conosco) lui non ha bisogno delle dita per spingere, spinge con 2 guantoni tipo box i 2 volani, e va più del doppio di me, non frena uno per spingere l’altro, io devo spingere 2 volani con una mano sola, comandando le 2 ruote contemporaneamente per andare diritto, devo spingerli tutti e due assieme, per sterzare, devo frenarne uno e spingere l’altro, stessa cosa se trovo una strada con pendenze laterali la carrozzina tende a seguire la strada, devo continuare a correggerla anche per andare diritto, questo lavoro lo faccio esclusivamente con le dita…lì mi penalizza moltissimo, ma almeno ho la possibilità di partecipare, alle gare in regola, in molte gare senza FISPES non ti accettano, oppure se non accettano “DIVERSAMENTE ABILI” partecipo con la tessera FIDAL “NORMALE” naturalmente stando a tutte le regole che gli organizzatori attuano…a volte sono partito primo (anche 1 ora prima) a volte anche ultimo…ma l’importante è che mi diano la possibilità di fare…sta poi a me se accettare o no.

Io attualmente con la FISPES gareggio con una 4 ruote, il regolamento prevede anche le 4 ruote, in un domani riuscirò anche io forse a costruire una “monoguida OLIMPICA” a 3 ruote…ci stiamo lavorando.

Chi non sa cosa sia a una CARROZZINA MONOGUIDA qui sotto c'è un video dove spiego cosa è le differenze, e come si usa, sul mio sito per chi non lo sa ancora poi ci sono moltissimi miei filmati di gare alle quali ho partecipato la mia ultima gara è stato il PASSATORE di 100 km qui il video, qui la descrizione dettagliata "IMPRESA", qui il video



Comunque ora vengo al dunque sulla serata di venerdì 28 ottobre 2016:

Dunque non sono riuscito a farmi eleggere negli 8 del Direttivo, ma il Direttivo ha comunque dato spazio alla mia “offerta” dandomi comunque spazio nella Società a gestire una sottosezione DIVERSAMENTE ABILI, dandomi lo spazio che riterrò utile, c’era anche nella precedente candidatura questa sezione…ormai è indifferente parlare del passato, vediamo ora cosa potrò fare…e cosa vorrei fare:

Per prima cosa nella sezione avrò uno spazio WEB che gestirò io, li poi metterò tutte le info mie per contattarmi sia per chiarimenti e aiuti vari, io sono disponibile ad ascoltare qualunque idea, o innovazione si potrebbe fare, poi naturalmente sarà il direttivo a dare il consenso finale.

In questa sezione io vorrei portare a conoscenza dello SPORT tutti quelli che vogliono iniziare un attività Sportiva dai non vedenti, allo sport su carrozzina, Normale, carrozzina Olimpica (a tre ruote) Handibike  e altro, se servirà mi informerò anche su altre discipline e sul cosa fare!...chi mi conosce sa che se posso una soluzione la voglio trovare sempre!..tenendo presente che la mia “specialità” è proprio GARE su pista, o meglio MARATONE E MEZZE, avendone all’attivo più di 40, tra le più famose New York, Barcellona, Berlino, Valencia, Edimburgo, Roma, Treviso, Padova, Venezia, e tante altre Italiane.

Voglio precisare che ho scritto HANDBIKE anche se non centra con l’ATLETICA LEGGERA ma fa parte del CICLISMO FCI (FEDERAZIONE CICLISMO ITALIANA) e ha regole come i ciclisti non come i podisti, perché io ho trovato anche un HANDBIKE usato, (2000 euro) e la ditta MADDLINE di Verona una delle migliori ormai a livello Europeo e oltre, sta adattandolo a me, lo ho già provato, e una volta adattato lo manovro anche con un braccio solo, non potrò mai essere competitivo con persone con 2 braccia ma almeno potrò partecipare anche “nel mondo del ciclismo”.

Alcune FOTO DI HANDBIKE
      

     



Comunque io poi lo metterò anche a disposizione di chi lo vorrà provare, anche perché non mi fanno modifiche particolari mi avvicinano solo i pedali per agevolarmi nello sterzare con un braccio solo, ma basterà spostare alcuni bloccaggi e diventa “normale”, se poi troverò persone interessate ne procurerò altri HANDBIKE….naturalmente  anche io se vorrò partecipare a gare con HANDBIKE dovrò iscrivermi per forza ad una Società Sportiva di HANDBIKE, e fare anche una nuova Classificazione FCI ma ne conosco ormai tante, e non ci sono problemi ad iscriversi ho diversi contatti.

Sto cercando anche 2 CARROZZINE OLIMPICHE usate, sempre per metterle a disposizione di chi le vorrà provare e usare, (io quelle non posso usarle la mia sarà con monoguida) chi le avesse mi può contattare privatamente poi valuterò come pagarle, se ce le donassero sarebbe meglio, ma intanto vediamo di trovarle poi si vedrà, una soluzione comunque la trovo.

Alcune foto di CARROZZINE OLIMPICHE

 




Cerco persone DIVERSAMENTE ABILI come ATLETI che vogliono aderire a questo progetto, e cerco anche collaboratori/accompagnatori “NORMALI” che vogliono AIUTARMI e vogliono mettersi in gioco in esperienze nuove, magari aiutando chi ha problemi in spostamenti vari, o accompagnatori in gare come podisti o in bici, o accompagnatori podisti per NONVEDENTI, chi mi conosce e mi ha aiutato in diverse mie “IMPRESE” sa di cosa parlo… per altri io sono sempre disponibile a dare qualunque spiegazione.

Tante volte le persone non fanno!, e non ci provano, solo perché non credono di essere in grado di FARCELA….molte volte per arrivare ad un obiettivo ci vuole una risorsa esterna un AIUTO! di altre persone…io per esperienza mia nello SPORT posso dire che quello che ho fatto lo ho creato dal nulla, remando tante volte contro corrente, anzi alle mie prime partecipazioni a Maratone ho dovuto “combattere” solo per potermi iscrivere, (ora in tante mi invitano loro) non essendoci mai stato precedenti di TRIPLEGICI che anno fatto quello che ho fatto io, e ho dovuto motivare la mia scelta aprendo tante “porte chiuse” (ho abbattendole), ed in tante MARATONE se non avessi avuto un aiuto di  accompagnatori podisti/ciclisti non avrei fatto NULLA!... ora voglio portare la mia esperienza a chiunque voglia provare…. Nulla è IMPOSSIBILE se uno ha voglia di fare! Con l’aiuto ma si fa!….IO HO FATTO ANCHE LA 100 KM DEL PASSATORE CON UN AIUTO! “I sogni si realizzano solo a chi ci crede!”....

Cerco Ditte, Sponsor disposti a finanziare il PROGETTO, posso far rilasciare anche fattura, ma cerco anche privati che vogliono aderire anche con DONAZIONI singole, a fine pagina della HOME PAGE (di questa pagina) ci sono tutte le INFO sia per BONIFICO BANCARIO che Tramite PAY PAL.

Per chiarimenti e altro oltre la mia email tomasim@virgilio.it  rilascio anche il mio tel. 3298981812

Grazie Mauro Tomasi






44^ edizione 100Km del Passatore 28-29 Maggio 2016  
nel MENU FOTO ci sono tutte le FOTO, oppure clicca qui.

Se vuoi leggere e vedere l' IMPRESA con foto raccontata DETTAGLIATAMENTE  
la trovi nel MENU LE MIE IMPRESE, oppure clicca qui.

IL VIDEO



ALCUNE FOTO




01 MAGGIO 2016 Le prime immagini UFFICIALI
con il mio nuovo COACH, ALLENATORE, MASCOTTE
IL SUO NOME E' TOMMY.




INCONTRO alla Scuola Media di Negrar (VR) 02/04/2016  

Una sintesi del mio intervento all'INCONTRO con le classi terze, presso la Scuola Media di Negrar (VR) del 2 aprile 2016.

Il tema del giorno era sensibilizzare, far riflettere sulla sicurezza in strada, responsabilizzare i giovani, che in un domani molto vicino saranno anche loro dei neo patentati alla guida di motorini.

Nell'incontro hanno parlato oltre ai redattori dell'evento, il Capo dei Vigili di Negrar, il quale ha raccontato con molti esempi e grafici di statiste, i reali rischi che si possono trovare sulla strada, e quanti incidenti succedono purtroppo per "distrazioni" varie, e peggio ancora per alcol e droghe....E QUESTO SONO LA CAUSA ANCHE IN MOLTISSI INCIDENTI ANCHE IN ETA' ADULTA....ma sicuramente responsabilizzare già i giovani, farli riflettere sulle cause, e le conseguenze che potrebbero accadere è già un primo passo....

A partecipato anche una Dottoressa del reparto Spinale dell'Ospedale di Negrar (VR), la quale a spiegato nel tecnico le conseguenze di incidenti, specificando più dettagli sulla PARAPLEGIA e TETRAPLEGIA, a causa di incidenti.

Poi ha partecipato anche un ragazzo in carrozzina, che ultimamente gioca a Rugby in carrozzina, anche lui "reduce" da un incidente che ha avuto una lesione midollare TETRAPLEGICA, raccontando la sua storia.

Alla fine ho "parlato" io, nel video ho sintetizzato il mio intervento, tenendo solo l'essenziale, che magari potrebbe dare qualche INPUT e MOTIVAZIONE....qui sotto il video.






17^ MARATONA di PADOVA (PD) di 42 KM 17 APRILE 2016

IL VIDEO



Percorso Integrale di 42 km Maratona di Padova 2016 Velocizzato NUOVO PERCORSO  


alcune FOTO
altre le potete trovare nel MENU FOTO oppure clicca qui






22^ MARATONA di ROMA di 42 KM 10 APRILE 2016

IL VIDEO



Percorso Integrale di 42 km VELOCIZZATO 22^ Maratona di Roma 2016



alcune FOTO


I miei tre video degli INCONTRI, con le tre classi di Seconda Media, alla Scuola di Dro (TN) del 19 febbraio 2016.

Li ho raccontato la mia esperienza di vita, incontrando i ragazzi in tre classi separate, dividendo la mia storia in tre fasi, o cambiamenti più significativi per me, il prima incidente, il dopo, e la mia fase attuale....a volte i cambiamenti sono voluti, a volte avvengono da eventi a se....io racconto come li ho vissuti....e tuttora come li vivo, focalizzando e ampliando più il dopo incidente....e rispondo a domande varie.....e altro....

Sul mio BLOG potete trovare anche l'articolo della Scuola di Dro, e alcune riflessioni degli alunni....altre le aggiungerò quando le avrò nella pagina BLOG....sul MENU FOTO, potete trovare anche le FOTO, oppure sono qui.

....già leggendo queste sono molto soddisfatto, penso di essere riuscito nel mio scopo....altro a chi servirà potrà "capirlo" anche più avanti.....i video ci sono sempre....GRAZIE RAGAZZI!!!

Di seguito, alcune riflessioni dei ragazzi emerse dopo l'incontro con Mauro.

Mauro Tomasi ci ha raccontato molte cose, una delle quali mi è rimasta particolarmente impressa nella mente: “io la disabilità non la vedo come una sfortuna, ma come un’opportunità di vedere e vivere la vita da un’altra prospettiva.” Secondo me è una grande persona e sono sicura che se tutti i disabili, ma anche le persone “normali” riuscissero a comprendere il suo messaggio, il mondo sarebbe un posto migliore. Mi ha anche colpita la sua forza di volontà, il suo desiderio di non fermarsi e di non arrendersi mai. Ci sono altre due frasi che ha detto e che mi hanno colpita: “se mi chiedessero di andare indietro e di tornare come prima dell’incidente, io risponderei “no, grazie”.” E l’altra è: “meglio essere una persona ottimista e avere torto, che una pessimista e avere ragione”. Per questo vorrei ringraziare con tutto il cuore Mauro per i preziosi insegnamenti che mi ha lasciato. (Maia)

Mi è piaciuto molto questo incontro perché mi ha fatto capire l’importanza di non smettere mai di credere in quello che si fa e di sopratutto non arrendersi mai.Ho amato molto anche il modo con cui ha affrontato queste situazioni molto difficili,e che lui in qualunque situazione  sorride sempre. (Giulia)

Di Mauro si può dire sicuramente che è una persona piena di forza di volontà e il suo incontro mi ha fatto molto riflettere. Ho pensato che noi ci lamentiamo sempre e per tutto, e lo dico perché è così o almeno per me. Se si ha delle difficoltà basta metterci impegno e la voglia di farcela per riuscire a superarle e se non ce la fai non devi mai arrenderti perché prima o poi ce la farai. Lui nonostante i suoi “problemi” è andato avanti facendo maratone e inseguendo i suoi sogni. (Rachele)

Mi ha fatto riflettere molto, lui ha avuto molto coraggio e tenacia che non tutti avrebbero. Mi ha fatto capire che la vita bisogna viverla, non aspettarla, bisogna cogliere all’attimo ogni secondo che passa, non bisogna ostacolarla con le nostre insicurezze e con le paure. (Maddalena)

Mi è piaciuto il modo con cui ha affrontato la vita senza mai arrendersi e vederlo dire: “se io non avessi avuto quell’incidente non sarei mai diventato così famoso nelle gare ma soprattutto non sarei venuto da voi, nella vostra scuola”. Non sapevo che si potesse prendere l’incidente con positività ma lui ci è riuscito. (Nadia)

Mi ha colpito la frase: “non bisogna mai arrendersi” e con coraggio e ostinazione bisogna sempre  puntare agli obiettivi. (Anis)

L’incontro mi é servito per capire cosa vuole dire avere una disabilità e come si può affrontare un momento difficile della vita. Mauro é stato una fonte d’ispirazione per tutti, per la sua forza, la sua voglia di fare e di vivere. Il messaggio che ha dato é stato bellissimo ”niente é impossibile se tu lo vuoi”. (Isabel)

Questo incontro con Mauro Tomasi mi è servito molto per capire quanto è importante vivere la vita. Ora sì che la mia vita è diventata straordinaria, ho cominciato a credere in me stessa e combattere, come ha fatto Mauro, dai forse non come lui, ma quasi! Grazie Mauro per la tua voglia di insegnare agli altri cosa vuol dire veramente la vita! (Jasmina)

Mauro ci ha insegnato che tutti possono fare tutto mettendoci volontà, sforzandosi al massimo senza mai arrendersi. Per lui lo sport è tutto e a lui basta arrivare fino alla fine senza mai mollare. Ci ha fatto vedere la vita da un’ altra prospettiva. Io non so come si sentono queste persone ma so che solo quando perdi qualcosa sai davvero quanta fortuna avevi ad averla. Ringrazio Mauro Tomasi per gli insegnamenti che ci ha lasciato e gli auguro una buona fortuna per tutte le gare che farà. (Beatrice)





TREVISO MARATHON 1.3 (TV) di 42 KM 06 MARZO 2016
IL VIDEO


IL VIDEO DEL PERCORSO DI 42 KM INTEGRALE VELOCIZZATO



qui sotto alcune FOTO



MARATONA SIVIGLIA di 42 KM (SPAGNA) 21 FEBBRAIO 2016



    

QUI IL VIDEO


QUI IL VIDEO DEL PERCORSO INTEGRALE VELOCIZZATO



QUI LE FOTO ALLA MARATONA DI SIVIGLIA



PISA MARATHON (PI) di 42 km del 20 DICEMBRE 2015
IL VIDEO




alcune FOTO alla PISA MARATHON 2015





VERONA MARATHON (VR) di 42 km del 15 NOVEMBRE 2015
IL VIDEO





alcune FOTO alla VERONA MARATHON (VR) 2015


HALF MARATHON RIVA DEL GARDA (TN) 8 NOVEMBRE 2015
alcune FOTO







VENICE MARATHON (VE) di 42 km 25 ottobre 2015
IL VIDEO




INTERNATIONAL LAKE MARATHON (TN) 42 km del 18 ottobre 2015
il VIDEO




HALF MARATHON TRENTO (TN) del 11 ottobre 2015
il VIDEO




TURIN MARATHON (TO) di 42 km del 4 ottobre 2015
il VIDEO




VIDEO della serata all'oratorio di Mozzanica (BG) del 2 settembre 2015






INCONTRO all'oratorio di Mozzanica (BG) 02/09/2015





EMF Edinburgh Marathon di 42 km in Scozia 31 Maggio 2015
il VIDEO



Le Foto alla EMF Maratona di Edimburgo del 31 maggio 




Le FOTO da Turisti ad Edimburgo





SIRACUSA CITY MARATHON 26 APRILE 2015
il VIDEO



ALCUNE FOTO
SIRACUSA CITY MARATHON 26 APRILE 2015
altre le potete trovare nel MENU FOTO






MARATONA DI PADOVA (PD) 19 APRILE 2015



MARATONA DI PADOVA (PD) 19 APRILE 2015
alcune Foto



VIVICITTA' RIVA DEL GARDA (TN) 12 APRILE 2015
il VIDEO

Percorso 14.5 km Riva-Torbole-Arco e ritorno a Riva del Garda (TN)
...è uno dei miei percorsi....il più "corto"...ne ho anche altri molto più lunghi e ancora più impegnativi...questo io per allenamento tante volte lo ho fatto anche 3 volte di seguito senza fermarmi...solo nel 2015 lo ho fatto per tre volte di seguito 11 gennaio, il 25 gennaio, e 8 febbraio, il percorso non è dei più "veloci" non è tutto pianeggiante, io mi riferisco per me in carrozzina, io impiego circa 2 ore e 1/4 o 1/2 dipende molto anche dal vento...tenere una media dei 6 km all'ora è tantissimo con la mia carrozzina su questo percorso.

Il percorso comunque è quasi in totale sicurezza è quasi tutto su ciclabili, zone pedonabili, e circa 1 km su strada, si può percorrere in carrozzina, (non ho mai trovato nessuno a farlo completamente) a piedi, in bici, in Handbike, e carrozzina olimpica.

...il video è velocizzato...normale dura 2 ore e 20 circa....se si vuole vederlo rallentato basta cliccare su IMPOSTAZIONI e sul MENU VELOCITA' mettere 0,5 consiglio anche di mettere nel MENU QUALITA' 1080p HD il filmato è in alta definizione, se si lascia in AUTO si vede male e sgranato.
L'inizio è lungo lago a Riva del Garda (TN) precisamente in Piazza Tre Novembre (la piazza dove c'è la torre) da li si segue il lungo lago fino a Porta Lido, circa 900 metri, poi si continua lungo lago fino alle Foci del Sarca a Torbole, fin li circa 3,2 km, poi si prende la ciclabile Foci del Sarca-Campo sportivo di Arco altri 6 km per un totale fin li di circa 9,3 km, poi da li si ritorna a Riva, si deve per circa 1 km stare sulla strada oppure sui marciapiedi (chi ci riesce...) poi si prende la ciclabile subito dopo l'Ospedale S.Pancrazio, da li si prosegue affiancando la Statale Arco-Riva per altri 4,5 km circa fino ad arrivare al punto di partenza in Piazza 3 Novembre, in totale circa 14,5 km.

Nel MENU CICLABILI e PERCORSI VARI ci sono anche le foto del percorso, e anche di altri...



                                                        © 2014, Mauro Tomasi Ultimo Aggiornamento il: 30/10/2016

contatti tomasim@virgilio.it  tel: 3298981812

Chi vuole contribuire a finanziare le mie IMPRESE può aiutarmi cliccando sul tasto DONAZIONE e donarmi quello che può e ritiene adeguato...Grazie in anticipo...Mauro

                                                             Se qualcuno vuole donarmi tramite Bonifico Bancario
                                                 i dati sono i seguenti:  IT73 D 08011 34270 000010013873

Torna ai contenuti | Torna al menu